Un Blog di Claudio Gibellato dedicato alla grammatica italiana a un livello più avanzato, rivolto a quegli studenti che vogliono perfezionare il loro dominio della lingua italiana dal livello B1 al livello C1. Fai clic sui link sopra per vedere altri Blog dello stesso autore.

Gli aggettivi numerali

Gli aggettivi numerali

Gli aggettivi numerali forniscono informazione sulla quantità esatta e sull’ordine di successione delle persone, animali o cose cui si riferiscono.

In una frase possiamo trovare varie forme numeriche espresse e in base al tipo di informazione numerica che offrono, si possono dividere in tre specie: aggettivi numerali cardinali, aggettivi numerali ordinali e aggettivi numerali moltiplicativi.

Gli aggettivi numerali

Si usano gli aggettivi numerali cardinali per indicare una quantità numericamente definita della cosa nominata:

ci sono tre persone;

per indicare l’ordine di successione in cui si trova una cosa nominata:

passami il terzo libro;

per indicare quante volte una cosa è maggiore di un’altra oppure quante sono le parti di cui si compone una cosa:

fare un doppio lavoro stipulare una triplice alleanza

Normalmente l’aggettivo numerale si premette al nome cui fa riferimento, però ci sono dei caso in cui è possibile o obbligatorio collocarlo dopo il nome cui si riferisce, come per esempio con i nomi di sovrani o pontefici:

quinto piano (prima del nome) Federico V (dopo il nome)



Continua a imparare gli aggettivi numerali facendo clic sui link qui sotto







SHARE

Claudio Gibellato

Professore di italiano per stranieri alla Dante Alighieri dall’anno 2002 – Professore di italiano al liceo – Responsabile della creazione degli esami ministeriali di italiano per il Ministero dell’Educazione Pubblica – Autore di diversi blog sulla grammatica italiana, sui verbi italiani, per imparare l’italiano, ecc. – Esperto in programmazione web e marketing digitale

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 comentarios:

Publicar un comentario en la entrada