Un Blog di Claudio Gibellato dedicato alla grammatica italiana a un livello più avanzato, rivolto a quegli studenti che vogliono perfezionare il loro dominio della lingua italiana dal livello B1 al livello C1. Fai clic sui link sopra per vedere altri Blog dello stesso autore.

Il carnevale

Il carnevale

Leggi il seguente testo e completa le affermazioni che seguono scegliendo una delle quattro possibilità, puoi stampare l'esercizio prima di farlo.
Controlla poi le tue risposte pulsando sul bottone "Soluzione", devi esserti registrato come utente per poter vedere le soluzioni. Puoi stampare l'esercizio prima di farlo scaricando il file QUI


Aspetto con gioia il Carnevale e non soltanto perché è festa, ma anche perché mi sembra che la città assuma un aspetto più giovane e pazzo.

Durante questo periodo molti bambini girano per strada indossando i loro abiti da maschera e si divertono a gettare manciate di coriandoli addosso ai passanti, lasciando sul selciato una traccia allegra e colorata del loro passaggio, mentre da alcuni balconi e terrazze le stelle filanti sventolano come tante bandierine. 

Certi negozi sono addobbati in maniera particolare: una grande pasticceria del centro, per esempio, aveva trasformato la sua vetrina in una specie di teatrino dei burattini con al centro un Pulcinella fatto tutto di zucchero e liquirizia ed un Pinocchio di pasta di mandorla e cioccolata: erano così belli che sembravano veri e credo che nessuno avrà avuto il coraggio di mangiarseli! 

Un grande magazzino, invece, aveva messo fuori dalle sue porte degli enormi pupazzi meccanici vestiti da clowns che ridevano e sembravano salutare tutti i passanti alzando ed abbassando i loro buffi cappelli.

Il periodo di maggiore animazione è naturalmente quello dell’ultima settimana di Carnevale e specialmente del Sabato grasso. Allora per strada si vedono girare mascherati non soltanto i bambini, ma anche gli adulti, vestiti nei modi più stravaganti. 

Peccato che durante il Carnevale ci sia l’abitudine di fare dei brutti scherzi come quello di buttare addosso alla gente farina, uova marce, ed altre cose puzzolenti.

Mi hanno raccontato che anticamente le feste del Carnevale erano spesso addirittura funestate da ferimenti ed uccisioni. Certo a Carnevale è bello essere un po’ matti, ma senza esagerare.

Da: Esempio di tema svolto – Leggi, osserva, impara a comporre – Editrice Piccoli



1. Durante il Carnevale 
A) i bambini girano per strada a comprare abiti da maschera. 
B) si divertono a chiedere i coriandoli ai passanti. 
C) lasciano una traccia di coriandoli sul selciato. 
D) da alcuni balconi sventola le bandierine.

2. Certi negozi 
A) sono decorati diversamente. 
B) sono addobbati. 
C) non sono decorati. 
D) sono particolari.

3. Una grande pasticceria del centro 
A) era trasformata in un teatrino dei burattini. 
B) aveva un Pulcinella e un Pinocchio che si potevano mangiare. 
C) aveva un Pulcinella e un Pinocchio veri. 
D) aveva un Pulcinella e un Pinocchio che nessuno aveva il coraggio di mangiare.

4. Un grande magazzino 
A) aveva dei pupazzi meccanici che sembravano dei clowns. 
B) aveva dei pupazzi meccanici vestiti da clowns che alzavano i cappelli ai passanti. 
C) aveva dei pupazzi meccanici vestiti da clowns che salutavano tutti i passanti. 
D) aveva dei pupazzi meccanici vestiti da clowns che facevano ridere i passanti.

5. Il periodo di maggiore animazione del Carnevale 
A) è quello della settimana grassa. 
B) è quello del sabato. 
C) è alla fine. 
D) è tutte le settimane.

6. Nel periodo di maggiore animazione del Carnevale 
A) si vedono girare anche gli adulti. 
B) non ci sono solo bambini. 
C) i bambini si mascherano da adulti. 
D) si mascherano anche gli adulti.

7. Durante il Carnevale 
A) non si fanno brutti scherzi. 
B) si vende la farina alla gente. 
C) ci sono cose puzzolenti. 
D) si tirano le uova marce alla gente.

8. Anticamente durante le feste di Carnevale 
A) c'erano dei feriti. 
B) era bello essere matti. 
C) non si uccideva. 
D) si uccidevano i feriti.

SOLUZIONE


SHARE

Claudio Gibellato

Professore di italiano per stranieri alla Dante Alighieri dall’anno 2002 – Professore di italiano al liceo – Responsabile della creazione degli esami ministeriali di italiano per il Ministero dell’Educazione Pubblica – Autore di diversi blog sulla grammatica italiana, sui verbi italiani, per imparare l’italiano, ecc. – Esperto in programmazione web e marketing digitale

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 comentarios:

Publicar un comentario