Un Blog di Claudio Gibellato dedicato alla grammatica italiana a un livello più avanzato, rivolto a quegli studenti che vogliono perfezionare il loro dominio della lingua italiana dal livello B1 al livello C1. Fai clic sui link sopra per vedere altri Blog dello stesso autore.

L'acqua e la crisi idrica

L'acqua e la crisi idrica

Leggi il testo anteriore e scegli solamente le otto affermazioni corrette, ogni risposta in più devi considerarla un errore. Controlla poi le tue risposte pulsando sul bottone "Soluzione", devi esserti registrato come utente per poter vedere le soluzioni. Questo testo è stato gentilmente fornito dal Sig. Valentino Sossella, ti invitiamo a visitare il suo sito:www.interruzioni.com
Puoi stampare l'esercizio prima di farlo scaricando il file QUI.

L'acqua è un elemento, anzi più propriamente un composto, molto importante per la vita dell'uomo e del pianeta. La superficie terrestre è formata per la maggior parte di acqua e quasi tutti gli esseri viventi possono essere descritti come entità costituite da soluzioni saline in acqua di macromolecole, principalmente proteine. Per esempio, nell'uomo l'acqua rappresenta il 75% del peso corporeo.

Ciascuno di noi può vivere anche un mese senza cibo, ma senz'acqua non può sopravvivere che per pochi giorni. 

Va ricordato, inoltre, che l'acqua è al centro di quel meraviglioso processo produttore di sostanze organiche ed ossigeno che è la fotosintesi e che la stessa storia della civiltà umana si intreccia con quella dell'acqua.

Le prime grandi civiltà, quella egizia e quella babilonese, sorsero in prossimità di grandi fiumi: il Nilo, il Tigri e l'Eufrate. Parimenti la millenaria civiltà indiana si è sviluppata sulle rive dei fiumi Indo e Gange.

L'acqua è poi per l'uomo, oltre che mezzo necessario di sostentamento, anche elemento di gioco e occasione di gioia. Le spiagge e i parchi acquatici sono affollatissimi, mentre laghi, cascate e fontane contribuiscono a costituire pittoreschi e ameni paesaggi da cui l'occhio umano trae gratificazione estetica e ristoro.

Certo l'acqua può assumere anche valenze e simbologie negative e distruttive, come nel caso delle inondazioni e degli uragani; la Bibbia cita il diluvio come castigo di Dio. Tuttavia è innegabile che l'acqua è fondamentale per lo sviluppo della vita.

Con l'evolversi della civiltà e con l'affermazione di una visione mercantile del mondo l'acqua si sta trasformando in merce, in risorsa sempre più scarsa. Nonostante i progressi dell'ingegneria idraulica, capace di costruire acquedotti, argini, canali, dighe, bacini sempre più capienti e sofisticati, l'acqua è accessibile in misura insufficiente per larga parte della popolazione mondiale. 

La dissalazione dell'acqua marina, il 90 per cento di tutta l'acqua del globo, potrebbe risolvere definitivamente il problema, qualora si riuscisse a mettere a punto una tecnologia meno costosa di quella attuale. Nel frattempo, lo sviluppo industriale, l'incremento dei consumi e la crescita demografica dei Paesi del Terzo e del Quarto Mondo comportano una sempre maggiore richiesta di acqua.

L'acqua è necessaria per irrigare le terre coltivate e renderle più fertili e produttive. È importante, inoltre, per lo svolgimento di molte lavorazioni industriali. Sfruttando l'energia cinetica dell'acqua si produce l'energia idroelettrica, fonte importante nel bilancio energetico di tante nazioni, compresa la nostra.

L'acqua è infine importante per il funzionamento delle reti fognarie, per lavare gli alimenti, per l'igiene personale. Costituisce perciò un fattore critico nella prevenzione delle epidemie di malattie infettive particolarmente gravi come il tifo e il colera. 

Non è difficile ipotizzare che la scarsità di acqua sarà uno dei problemi fondamentali del terzo millennio e c'è chi sostiene che proprio per contendersi questa risorsa così importante, si combatteranno in futuro le guerre per l'acqua anziché per il petrolio.

Proprio per prevenire tali conflitti e per aiutare le popolazioni più bisognose, i paesi più ricchi dovrebbero mobilitarsi. Spesso i paesi più poveri non abbisognano di tecnologie particolarmente avanzate e costose, ma di tecnologie semplici, a basso costo e soprattutto rispettose della cultura e dell'equilibrio delle comunità presso cui si interviene.

Per aiutare i paesi poveri a superare la crisi idrica, più ancora che soluzioni tecniche, occorre forse superare l'economicismo oggi imperante, che in parte distorce la nostra percezione dei problemi e sviluppare, invece, la responsabilità e l'equità sociale. 

Superando gli egoismi e i consumi dissennati dei privilegiati del pianeta, è necessario insomma permettere anche ai più poveri l'accesso a quella risorsa limitata, ma vitale, che è l'acqua.

Purtroppo la bolletta dell'acqua sta diventando un serio problema anche per l'Occidente, sia per i singoli, le cui retribuzioni, sempre più magre, non consentono di far quadrare il bilancio familiare, sia per gli stati. 

Il consumo di acqua va ottimizzato, l'acqua non va sprecata o, peggio ancora, inquinata con pesticidi e scarichi industriali. Le reti idriche vanno modernizzate. Nel rispetto della natura e del ciclo dell'acqua, vanno evitate le emissioni di gas serra e la cementificazione e la speculazione edilizia selvagge delle zone costiere.

Si tratta di impegni seri che richiedono non soltanto la consapevolezza e la partecipazione del singolo cittadino, ma, soprattutto, la volontà politica di cambiare l'attuale stato di cose.


1 - L'acqua è l'elemento o composto più importante del pianeta terra e per la vita dell'uomo.

2 - Solamente il 25% del peso corporeo dell'uomo non è rappresentato dall'acqua.

3 - Ciascuno di noi può sopravvivere solamente alcuni giorni senza cibo.

4 - L'acqua ha dato origine alle prime grandi civiltà.

5 - L'acqua viene utilizzata dall'uomo anche per attività ricreative.

6 - L'acqua può simboleggiare anche sofferenza.

7 - Attualmente l'acqua si sta trasformando in un prodotto commerciale dovuto alla sua grande quantità.

8 - Attualmente non c'è una tecnologia che permette la dissalazione dell'acqua marina.

9 - L'incremento nei consumi è dovuto, in parte, all'aumento della produzione industriale.

10 - Le terre coltivate e fertili sono ricche di acqua.

11 - L'acqua produce energia elettrica.

12 - Le reti fognarie sono importanti per il buon funzionamento dell'acqua.

13 - L'acqua può essere fondamentale per la diminuzione di epidemie di malattie infettive come il tifo e il colera.

14 - Lo scambio dell'acqua per il petrolio eviterà le guerre in futuro.

15 - Per aiutare i paesi più poveri non c'è bisogno di tecnologia particolarmente avanzata e costosa.

16 - Per aiutare i paesi poveri a superare la crisi idrica, occorre aiutarli a crescere economicamente.

17 - È necessario permettere anche ai paesi più poveri consumare tanta acqua come i paesi più sviluppati.

18 - Il costo dell'acqua sta diventando un problema anche per l'Occidente.

19 - Bisogna ottimizzare l'acqua evitando la contaminazione.

20 - Per cambiare le cose non è sufficiente la consapevolezza e la partecipazione del singolo cittadino.

SOLUZIONE

SHARE

Claudio Gibellato

Professore di italiano per stranieri alla Dante Alighieri dall’anno 2002 – Professore di italiano al liceo – Responsabile della creazione degli esami ministeriali di italiano per il Ministero dell’Educazione Pubblica – Autore di diversi blog sulla grammatica italiana, sui verbi italiani, per imparare l’italiano, ecc. – Esperto in programmazione web e marketing digitale

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 comentarios:

Publicar un comentario