Un Blog di Claudio Gibellato dedicato alla grammatica italiana a un livello più avanzato, rivolto a quegli studenti che vogliono perfezionare il loro dominio della lingua italiana dal livello B1 al livello C1. Fai clic sui link sopra per vedere altri Blog dello stesso autore.

L’articolo partitivo

L’articolo partitivo

L'articolo partitivo



L’articolo partitivo si usa per indicare una parte o quantità indeterminata di un tutto, equivale a “un po’, alquanto “;

Ho festeggiato con dei compagni di lavoro. 
Passami dell’acqua per favore.

Negli esempi visti si vuole comunicare che non intendiamo o non possiamo precisare il numero esatto dei compagni di lavoro o la quantità esatta di acqua.

Forme dell’articolo partitivo

L’articolo partitivo si forma dall’unione della preposizione (di) con gli articoli determinativi (il, lo, l’, la, i, gli, le):

di + il = del 
di + lo = dello 
di + l’ = dell’ 
di + la = della 
di + i = dei 
di + gli = degli 
di + le = delle

Per utilizzare la forma corretta dell’articolo partitivo dobbiamo seguire le stesse regole che valgono per l’articolo determinativo (puoi ripassarle qui).

Usi dell’articolo partitivo

L’articolo partitivo non può essere utilizzato con sostantivi che indicano un singolo soggetto, come per esempio in questa frase sbagliata (ho letto del giornale), in questo caso solamente si può utilizzare l’articolo indeterminativo (ho letto un giornale), quindi l’articolo partitivo deve essere usato solo con nomi che indicano una massa, infatti non possiamo dire (passami un’acqua) ma solamente (passami dell’acqua) come nell’esempio anteriore.

L’articolo partitivo al plurale può essere usato come plurale dell’articolo indeterminativo ed equivale a “alcuni”, “alcune” o “qualche”.

L’articolo partitivo, secondo alcuni grammatici, è considerato una forma non del tutto corretta perché ricalca una costruzione della lingua francese e consigliano di utilizzare al suo posto:

·      il nome da solo (o articolo zero):

Nella piazza ci sono persone (invece che: nella piazza ci sono delle persone)

·      un’espressione adatta:

nel frigorifero c’è un po’ di carne (invece che: nel frigorifero c’è della carne)

L’articolo partitivo in alcuni casi viene usato per attenuare il significato di un sostantivo astratto in espressioni particolari:

per praticare questo sport ci vuole del coraggio 
ci vuole dell’ingegno per creare queste cose

L’articolo partitivo plurale si può omettere nei seguenti casi:

·      quando il nome a cui si riferisce è un complemento diretto:

ho comprato pizze per tutti (invece di: ho comprato delle pizze per tutti)

·      quando il nome a cui si riferisce è un soggetto posposto al verbo:

sono rimasti solamente gelati al cioccolato (invece di: sono rimasti solamente dei gelati al cioccolato)

Si preferisce sostituire l’articolo partitivo con “alcuni, alcune” quando è inserito in un complemento indiretto ed è quindi preceduto da una preposizione:

ho spedito un’email ad alcuni studenti (invece di: ho spedito un’email a degli studenti)


SHARE

Claudio Gibellato

Professore di italiano per stranieri alla Dante Alighieri dall’anno 2002 – Professore di italiano al liceo – Responsabile della creazione degli esami ministeriali di italiano per il Ministero dell’Educazione Pubblica – Autore di diversi blog sulla grammatica italiana, sui verbi italiani, per imparare l’italiano, ecc. – Esperto in programmazione web e marketing digitale

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 comentarios:

Publicar un comentario en la entrada